giovedì , 23 novembre 2017
Ultime News

Archivio della categoria: D.O.C.

Abbonati ai Feed

Terre di Cosenza

Zona di produzione . L’intero territorio amministrativo della Provincia di Cosenza. Accorpa sette denominazioni preesistenti, individuate nella nuova doc come sottozone: Colline del Crati, Condoleo, Donnici, Esaro, Pollino, San Vito di Luzzi, Verbicaro Rosso  ( anche con la menzione  riserva, passito, vendemmia tardiva e novello) Da uve Magliocco ( localmente detto anche Magliocco Dolce  o Arvino o Mantonico nero o ... Continua a leggere »

Pollino Doc

La superficie di produzione è compresa tra i comuni di Castrovillari, Saracena, Cassano allo Jonio, Civita, Frascineto e San Basile, quindi nelle zone intorno al Monte Pollino, in provincia di Cosenza, nel cosiddetto Triangolo della Calabria Citra che indicò lo studioso olandese Vandermersch.  E’ un vino rosso rubino tenue, con sapore intenso e un profumo che richiama il ribes e ... Continua a leggere »

Verbicaro Doc

(Rosso, bianco e rosato e riserva). La zona di produzione delle uve e quindi del vino “Verbicaro” comprende parte del territorio dei comuni di Verbicaro, Grisolia, Orsomarso, S.Domenica Talao, S.Maria del Cedro, tutti in provincia di Cosenza. Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti devono conferire alle uve ed ai vini le specifiche caratteristiche di qualità, quindi sono indicati ... Continua a leggere »

Donnici

(Bianco; Rosato; Rosso nelle tipologie normale, Novello e Riserva) prodotto nella provincia di Cosenza, il vino Donnici è un vino da pasto. Ottenuto dall’unione di vari vitigni, soprattutto il Magliocco Nero, (varietà locale di Gaglioppo) con  il Greco Nero e Malvasia Bianca. Le zone di coltura e di produzione devono essere, secondo il Disciplinare, comprese nei comuni di Aprigliano, Cellara, ... Continua a leggere »

San Vito di Luzzi

E’ un vino prodotto solo nell’omonima frazione di Luzzi, piccolo comune che si trova alle basse pendici della Sila. Secondo il Disciplinare, l’uva poer la produzione di questo vino dev’essere proveniente da vitigni locali, per le varietà di Rosso, Rosato e Bianco. Esso è dunque ottenuto dall’unione di numerosi vitigni dei quali qualcuno non autoctono come il Sangiovese.  Il vino ... Continua a leggere »

Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto

E’ un vino considerato di pregiata ed elevata qualità. Talmente buono da intrattenere per ben sei mesi a Isola Capo Rizzuto l’Imperatore Federico Barbarossa. Ben più in là nel tempo, però, questo vino veniva esportato a Creta e in Egitto. La cultura della vite prosperò poi con i monaci Benedettini che in questa parte della Calabria costruirono numerosi monasteri.  Le ... Continua a leggere »

Scavigna

Prodotto nella provincia di Catanzaro, nella zona che si chiama appunto Scavigna e che comprende diversi comuni (Nocera Terinese e Falerna),  è di tre varietà: Rosso, Rosato e Bianco. I vitigni utilizzati sono locali, come il Greco di Bianco e Malvasia Bianco per la varietà Bianco e Gaglioppo e Nerello Cappuccio per la varietà Rosso e Rosato. Tra le caratteristiche ... Continua a leggere »

Savuto

E’ un vino prodotto nelle province di Cosenza e Catanzaro, ossia in quella zona che si estende sulla sponda destra del fiume Savuto e che comprende ben tredici comuni della provincia di Cosenza e sei comuni della provincia di Catanzaro. La storia lo vuole tra i più antichi della Calabria: i romani lo chiamavano Sanutum, tuttavia il riconoscimento è recente ... Continua a leggere »

Lamezia

(Bianco; Rosato; Rosso nelle tipologie normale, novello e Riserva); con indicazione del vitigno: Greco (Bianco). Prodotto nella provincia di Catanzaro (i territori comunali di Francavilla Angitola, Curinga, Falerna, Feroleto Antico, Gizzeria, Lamezia Terme, Maida, Pianopoli e San Pietro a Maida in provincia di Catanzaro), è un altro vino storico che ha origini antichissime. La sua produzione si fa risalire al ... Continua a leggere »

Cirò

(Bianco; Bianco Classico; Rosato; Rosso; Rosso Superiore; Rosso Superiore Riserva; Rosso Classico; Rosso Classico Superiore; Rosso Classico Superiore Riserva). Il Cirò, definito da Hugh Johnson (autore del libro Atlante dei vini) come “Barolo del sud”, in realtà ha una storia che affonda le sue radici all’epoca della Magna Grecia. La leggenda narra, infatti, che i coloni greci, sbarcando sulle coste ... Continua a leggere »

EATALY - alti cibi