mercoledì , 26 luglio 2017
Ultime News

Lamezia

(Bianco; Rosato; Rosso nelle tipologie normale, novello e Riserva); con indicazione del vitigno: Greco (Bianco). Prodotto nella provincia di Catanzaro (i territori comunali di Francavilla Angitola, Curinga, Falerna, Feroleto Antico, Gizzeria, Lamezia Terme, Maida, Pianopoli e San Pietro a Maida in provincia di Catanzaro), è un altro vino storico che ha origini antichissime. La sua produzione si fa risalire al 2000 a.C,  ovvero quando i Fenici si introdussero sulle coste Calabresi. La gradazione è 11% vol. min. per rosso e novello, e 10,5% vol. min. per bianco, rosato e frizzante. Il Rosso ha un bel colore rubino-cerasuolo, gradevolmente alcolico, non è molto adatto all’invecchiamento ma ha un sapore: asciutto, di gusto corpo, armonico a volte morbido. Il Rosato, che ha appunto un colore rosa più o meno intenso, un odore delicato e un sapore fragrante e asciutto, raggiunge un grado alcolico di 11,5. Le caratteristiche del Bianco che invece raggiunge un grado alcolico di 11, sono invece il colore  paglierino più o meno intenso, l’odore: vinoso, il sapore asciutto, vellutato, pieno. Abbiamo poi il Lamezia Greco, che, a differenza del Bianco ha un odore gradevole, fresco caratteristico. Prima del 1968, ossia prima che Lamezia Terme divenisse provincia, il vino era commercializzato con il nome dei comuni di provenienza.

EATALY - alti cibi