martedì , 21 novembre 2017
Ultime News
Liquirizia di Calabria

Liquirizia di Calabria

Anche per la liquirizia di Calabria (Oro nero di Calabria) è recentissima la registrazione come Denominazione di Origine Protetta (nel 2011). Il marchio D.O.P. è riservato esclusivamente alla liquirizia fresca o essiccata e al suo estratto. Tale liquirizia deve provenire dalle coltivazioni e dallo spontaneo di Glychirrhiza glabra (Fam. Leguminose), nella varietà che in Calabria si definisce “Cordara”. La pianta da cui si estrae, è originaria dell’area mediterranea e, in Italia, cresce spontaneamente lungo la zona costiera della Calabria, che offre l’80% della produzione nazionale. La zona di produzione indicata nel disciplinare, comprende i comuni di Villa Piana, Cerchiara di Calabria, Cassano-Sibari, Corigliano Calabro e Rossano, tutti lungo la Piana di Sibari, e dove, nel 1715 il Duca di Corigliano costruì la prima fabbrica dedita alla trasformazione di liquirizia. Da secoli (circa 35) è un alimento apprezzato per le sue innumerevoli qualità ed effetti benefici: la liquerizia è impiegata anche nel settore cosmetico e soprattutto dolciario, per la produzione di caramelle, pastiglie, tisane o per il tipico, locale liquore alla liquirizia. La liquirizia di Calabria DOP presenta le seguenti caratteristiche: radice fresca (colore giallo paglierino, sapore dolce aromatico e persistente), radice essiccata: (olore dal giallo paglierino al giallo ocra, sapore dolce e legermente astringente), estratto di radice: (colore dal marrone al nero, sapore dolce-amaro, aromatico e intenso).

EATALY - alti cibi